Oltre le cime... il cielo

Il cielo oltre le vette… oltre le cime dei monti, oltre i prati, i boschi, gli alti pascoli.

Il mio paese è là dove passano le nuvole più belle.
(Jules Renard)
Il cielo sopra la valle. Il cielo dai mille colori all’alba e al tramonto.  Il cielo attraversato dalle forme mutevoli e bizzarre delle nubi. Il cielo dalle infinite, fantastiche varietà di sfumature dipinte dai raggi del sole. Il cielo limpido, sereno… il cielo blu…




La stella del mattino, Venere, alta sopra le cime, nel cielo scuro prima del sorgere del sole.
Il cielo del crepuscolo mattutino, oltre i monti di levante, sfumato dai toni rossi e gialli al turchino.
La valle ancora affogata nel buio.
Il cielo di ponente, opaco e piatto.
Le montagne dai colori spenti che si accendono al sole nascente.
La luna che si dissolve nel chiarore della luce del giorno.



Cumuli e i nembi che salgono turbinosamente oltre le creste.
Il cielo luminoso di un pomeriggio estivo, soleggiato e afoso, che muta velocemente in tempestoso e nero.
Un violento acquazzone dalle nubi buie e cariche di pioggia.
Fulmini che squarciano il cielo e tuoni che vibrano, profumo di terra, vento fresco che scompiglia i cappelli, pioggia e grandine che battono furiosamente.
Ultime gocce dal cielo e riecco il sole più brillante che mai.
Un magico luminoso ponte attraversa la valle.
L’arcobaleno si alza nel cielo. 




Le strie biancastre, sottili, quasi trasparenti dei cirri.
Il cielo a pecorelle disseminato di batuffoli bianchi ben allineati.
La liscia, grigia distesa nuvolosa degli altostrati.
Le forme bizzarre, ondulate o fibrose degli altocumuli.
Le nubi lenticolari durante le giornate di forte vento…
Le nebbie che avvolgono la valle e la rondine che vola in alto nel cielo pallido.




Nubi basse, grigie, cielo pesante, spento.
Fiocchi bianchi e leggeri.
Magia della prima neve.
Le nubi si dissolvono.
Il sole esce tra le nebbie, libero, padrone del cielo, illuminando la valle imbiancata.
Silenzio e profumo di neve fresca.



Sole morente che tarda a nascondersi dietro i monti.
Ombre sempre più lunghe.
Buio nella  valle con il calar del sole.
Nubi dorate, infuocate che avvolgono le cime dopo il tramonto…
Cielo arancione, rosso, violetto, caldo e forte del crepuscolo vespertino.
Oscurità.
Alone delle alte, sottili nubi attorno alla luna piena.
Brillantezza smagliante delle stelle e biancore appena percettibile delle cime innevate nel cielo sereno e cupo della notte.


Dio scrive il Vangelo non solo nella Bibbia, ma anche sugli alberi, e nei fiori e nuvole e stelle.
(Martin Lutero)

Passeggiate ed escursioni per fissare qualche immagine del cielo sopra le cime della valle...
Il cielo “sopra” la Presanella e le cime circostanti da Cima Cadì, dai laghi di Strino, di Cellentino, di Ortisè e dai loro dintorni. Il Peller, il Sasso Rosso, le Dolomiti di Brenta dal lago di Ortisè e dai pascoli delle Pozze ma anche (seppure lontani) da Cima Cadì e da Malga Saline. Dal fondovalle, lungo la ciclabile che porta a Cogolo, il Boai, il Vioz, il Taviela e la Cima Cadini. Dal sentiero delle Pendege la prima neve verso il Tonale. Dalle finestre, dal balcone e dal giardino di casa molte altre immagini.

Guarda tutte le fotografie in "Google Foto"

Nessun commento: