Stille di primavera


Girovagando all'inizio di aprile nei prati e nelle macchie selvose del fondovalle...


Le piccole gocce d'acqua che, dopo la pioggia della notte, impreziosiscono i primi fiori e l'erba nuova, luccicano nei prati dischiusi alla luce del primo mattino mentre, nell'ombra umida del bosco, sui rami nudi degli arbusti e delle piante adulte e sulle loro foglie morte ancora appese o sparse sul terreno, le gocce restituiscono l'immagine capovolta della boscaglia e delle cime innevate che vi si specchiano. Sono gocce trasparenti, limpide, che come lenti vetrose riescono talvolta ad ingrandire, a dilatare, deformandole, le venature della vegetazione, la fitta peluria grigiastra dei gattici in boccio, dei petali delle primule, dei crochi e degli anemoni su cui riposano. Ma son pure piccoli diamanti che sparsi sugli aghi dell'abete, sulle foglie secche della roverella e sugli amenti del salicone riflettono i raggi del sole, rimandano sfavillante bagliori esibendosi in luccichii lampeggianti che dopo l'acquazzone della notte sembrano festeggiare il ritorno del bel tempo.





Procedo lentamente e spesso mi fermo attratto da un fiore bagnato e vistoso, da una farfalla che al primo sole asciuga e riscalda le ali, dai muschi grondanti, dalle cortecce e dai licheni fradici, dalle gocce che brillano sui rami spogli, sulle gemme e sulle minuscole e tenere foglioline primaverili.
La natura, che riprende a vivere dopo il letargo invernale, mi regala aspetti paesaggistici inusuali assieme a immagini inconsuete e sorprendenti di un microcosmo arricchito dall'acqua della notte risplendente nel sole del mattino. Immagini che tento di immortalare, scatto dopo scatto, cercando di “cogliere l'attimo” con la “giusta” composizione, con la “giusta” luce, con lo sfondo “giusto”... ma non è sempre facile e i risultati sono spesso al di sotto delle aspettative. Non sempre le fotografie restituiscono la bellezza di ciò che si è visto, l'incanto dell'osservazione dal vivo, l'emozione dell'esplorazione diretta... vera, concreta.



Guarda tutte le foto in “Google Foto

Nessun commento: